Modem di fine millennio - da "Il Sole 24 Ore-Informatica" del 30 gennaio 1999

...... Non è facile trovare momenti in cui il collegamento ad Internet offra condizioni tali da poter sfruttare le caratteristiche di velocità di cui sono dotati i modem. La necessità di raggiungimento di un migliore servizio ha condotto alla definizione di un nuovo protocollo. V.90 è il nuovo standard internazionale ufficiale ITU per i modem analogici a "56K". Questo nuovo standard ha sostituito due protocolli proprietari: il K56flex di Rockwell e X2 di 3COM/USR. Convenzionalmente le regole di comunicazione fra due modem assumono che entrambi i lati di una sessione di scambio dati utilizzino una connessione analogica alla rete telefonica pubblica.

I dati in partenza da un computer sono convertiti dal modem dal formato digitale a quello analogico e viaggiano in questo modo sulla rete telefonica per essere poi riconvertiti nuovamente in formato digitale al momento del raggiungimento del computer di destinazione. La velocità di trasmissione è limitata a 33.6Kbps (Migliaia di bit al secondo) con gli attuali modem di tipo V.34 ed è dovuta alla velocità massima teorica della rete telefonica di 35 Kbps. Con la tecnologia V.90 si parte da un presupposto diverso: da un lato della sessione modem vi è una connessione digitale pura alla rete telefonica, infatti gli Internet Service Provider già utilizzano tali connessioni, e si sfrutta proprio l'elevata velocità delle connessioni digitali. Se si considera la rete telefonica pubblica come una rete digitale, la tecnologia V.90 è in grado di accelerare il flusso di dati da Internet verso i computer degli utenti fino alla velocità di 56 Kbps. In questo modo, la tecnologia V.90 è differente da altri standard di oggi, poiché codifica digitalmente il flusso di dati invece di modularlo come di solito compiuto dai modem analogici. In questo caso, il trasferimento dati è un metodo asimmetrico. Infatti l'input e le richieste sottomesse ad Internet tramite comandi del mouse o digitazioni sulla tastiera richiedono minore ampiezza di banda continuano a fluire alla velocità convenzionale di 33.6Kbps. Questo flusso di dati è inviato come trasmissione analogica secondo lo standard V.34. Solo il flusso dei dati verso gli utenti sfrutta i vantaggi delle alte velocità dello standard V.90. La tecnologia V.90 è ideale per utenti Internet, poiché si ha davvero bisogno di questa velocità per scaricare pagine Web arricchite da suoni, immagini e quant'altro. Quello di cui si ha bisogno è connettersi ad un Internet Service Provider che usa questa tecnologia sulle proprie linee digitali.

Blogs network

Iscrizione alla newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
Con l'iscrizione riceverai news sul mondo dell'IT e Big Data.
Back to Top