I big data nei giochi online

Non esiste settore nel quale i Big Data non trovino oggi una collocazione ed anche il settore dei giochi online, d’azzardo o di intrattenimento, ha trovato prevedibile applicazione. L’industria del gambling e dei casinò online utilizza sempre più i big data per sviluppare giochi personalizzati in base alle esigenze dei diversi giocatori. I più grandi operatori del settore possiedono ingegneri dedicati a questo tipo di analisi. Tuttavia, possiamo dire che i primi ad analizzare i big data per migliorare il loro business sono stati i bookmaker online, che lo hanno fatto per generare le migliori quote e strumenti personalizzati per ciascun utente, come bonus e offerte varie.

Leggi tutto: I big data nei giochi online

BigData Comics

Anche i migliori scrittori del mondo hanno spesso difficoltà a scrivere testi su argomenti complessi e astratti in un modo che risulti coinvolgente e attraente per un pubblico che sia interessato a leggere un articolo, un’analisi approfondita o un report. Per fare sì che un argomento possa essere più facilmente comunicabile si adotta il linguaggio della grafica, delle immagini o addirittura dei cartoni. Esistono società di consulenza e di scienza dei dati che hanno compiuto uno sforzo notevole per comunicare i risultati di analisi scientifiche attraverso rappresentazioni grafiche. 

Leggi tutto: BigData Comics

Excel contro Big Data

Ogni giorno circa 75 milioni di utenti si attivano per utilizzare Excel, il più famoso strumento per organizzare dati aziendali o personali, per creare report e grafici, per pianificare progetti. Molti di questi utenti non hanno veramente mai imparato ad usarlo in quanto si limitano ad un utilizzo basilare, fino a quando non si trovano ad affrontare questioni di gestione del dato più complesse.

Dal primo rilascio nel 1985 Excel si è molto evoluto ma continua a conservare una funzionalità ed un’interfaccia semplice e per tutti che lo rende appetibile per ogni tipologia di utilizzatore. Il facile approccio ad Excel ci induce ad alcune considerazioni.

Leggi tutto: Excel contro Big Data

Misurare il grado di attenzione nelle riunioni virtuali

Dipendenti e consulenti di società di servizi che sono stati messi parzialmente o totalmente in smart working hanno compreso quanto le riunioni da remoto siano diventate il male necessario del posto di lavoro moderno e condizionato dalla pandemia. In queste condizioni il calo della produttività è abbastanza evidente e a questo si aggiunge una diminuzione di entusiasmo peraltro già presente quando le riunioni si tenevano in presenza.

La tecnologia delle applicazioni per teleconferenza è in una nuova fase creativa per offrire funzionalità che migliorino il livello di partecipazione e coinvolgimento degli incontri a distanza tenendo conto che un maggior numero di aziende conserverà questo tipo di rapporto con dipendenti remoti. L’idea è di utilizzare anche in questo ambito l’intelligenza artificiale.

Leggi tutto: Misurare il grado di attenzione nelle riunioni virtuali

Blogs network

Iscrizione alla newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
Con l'iscrizione riceverai news sul mondo dell'IT e Big Data.
Back to Top