Psicologi, big psicologi

Nel 2012 il New York Times aveva annunciato, per primo fra le testate giornalistiche, l'arrivo dei "big data". Oggi il termine è significativamente e consciamente diffuso in ambito aziendale, più inconsciamente pervade il mondo dei consumatori privati. Alla fine del 2018, infatti, oltre il 90% delle aziende prevedeva di sfruttare il potere crescente dei big data anche se i sostenitori della privacy ne denunciano le potenziali insidie soprattutto nei confronti dei consumatori finali. Certamente l’aspetto più significativo nell’uso dei big data è la capacità predittiva che offrono le applicazioni durante le operazioni di lettura, aggregazione e sintesi dei dati per comprendere come vivranno le persone e cosa acquisteranno. Non siamo comunque in possesso di sistemi infallibili, anzi, quando si hanno a disposizione “dati lunghi” o “long data” oltre che big, la capacità di predire i comportamenti risulta decisamente maggiore.

Leggi tutto: Psicologi, big psicologi

Soft power e big data

Da un paio di decenni, a seguito di studi e pubblicazioni proposte dalle Università americane, si è andato consolidando il concetto di Soft Power. Il termine è stato coniato dal professor Nye della Harward University e descrive un aspetto differente del potere che può venire espresso da uno stato. Il Soft power si contrappone all’hard power che racchiude indici quantitativi di una nazione quali forza militare, popolazione, economia. Il Soft power rappresenta la capacità persuasiva di uno stato nell’ottenere i risultati desiderati in politica estera.

Tale capacità dipende sia dall’abilità dei personaggi in ambito internazionale che dalle fonti informative quali la cultura di un paese e i mezzi di comunicazione.

Leggi tutto: Soft power e big data

L'evangelista digitale

Con un termine preso a prestito dal mondo cristiano e facente riferimento al ministero della diffusione dei Vangeli, si è diffuso negli anni recenti la figura dell’evangelista digitale o digital evangelist con la quale si intende identificare un esperto predicatore di cultura digitale, meglio se innovativa. Il nostro mitico personaggio prende a cuore prodotti e servizi di una certa organizzazione e, tramite una spontanea attività di sostegno, se ne fa promotore facendone una missione e arricchendola del proprio capitale passionale.

Leggi tutto: L'evangelista digitale

Il pericolo degli IoT di casa

 

Il mondo dell’IoT è in piena e completa accelerazione. IoT, Internet of Things, “Internet delle cose è il fenomeno per il quale oggetti, sensori, dispositivi connessi e più generalmente “cose”, diventano digitali e si collegano alla rete locale, a internet e fra di loro.Questo processo di totale digitalizzazione porta molti benefici e molte comodità di ogni genere, sia sul fronte aziendale e produttivo che sul fronte privato e familiare ma non bisogna dimenticare alcuni aspetti che lo rendono particolarmente delicato dal punto di vista della sicurezza e della violazione della privacy.

Leggi tutto: Il pericolo degli IoT di casa

Blogs network

Iscrizione alla newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
Con l'iscrizione riceverai news sul mondo dell'IT e Big Data.
Back to Top