Avvelenamento dei dati

Gli algoritmi di machine learning hanno la notevole capacità di individuare correlazioni fra i dati e, tramite una fase di apprendimento continuo, riuscire a riconoscere ricorrenze che condurrebbero a decisioni e reazioni automatiche. Sia le più tecnologiche automobili a conduzione autonoma che le vetture commerciali di recente fabbricazione dispongono di sistemi di riconoscimento della segnaletica stradale e, attraverso un comportamento teoricamente intelligente, compiono le appropriate azioni o le suggeriscono al conducente stesso.

Leggi tutto: Avvelenamento dei dati

Misuratori di comportamento durante lo shopping

L’entrata di un cliente in un negozio di abbigliamento è spesso condizionata dalla presenza di un prodotto in vetrina che attrae l’attenzione del potenziale acquirente. Quando lo store del rivenditore è di una dimensione più consistente, si entra con lo stimolo di voler curiosare fra i numerosi capi esposti. Una volta all’interno, il percorso seguito dal cliente fra corridoi ed espositori è certamente condizionato dalla conformazione e dalla dislocazione della merce, dai clienti già presenti, dai commessi che inducono una sollecitazione ai prodotti più di qualità o più convenienti.

Leggi tutto: Misuratori di comportamento durante lo shopping

DeepFakes

In rete si possono trovare innumerevoli immagini degli attori e dei personaggi più famosi, ma molte di queste sono false o più precisamente deepfake. Il deepfake è una tecnica basata sull'intelligenza artificiale adottata per la ottenere una sintesi dell'immagine umana. Viene usata per combinare e sovrapporre immagini e video esistenti con video o immagini originali, tramite una tecnica di apprendimento automatico. La tecnica è spesso usata per realizzare fake newsbufale, truffe, o compiere atti di cyberbullismo e crimini informatici di svariata natura.

Leggi tutto: DeepFakes

Indicatori rapidi e insolite fonti dai Big Data

E’ di queste settimane la notizia secondo la quale l'economia britannica è nella più profonda recessione da almeno un secolo, sebbene la Banca d'Inghilterra avesse annunciato un ritorno alla crescita, prevedendo una ripresa più rapida di quanto si temesse in precedenza. I dati ufficiali sulla crescita dovrebbero mostrare un calo del 21% del prodotto interno lordo (PIL) nei tre mesi fino a giugno. Dopo che il PIL è crollato del 2,2% nel primo trimestre, ciò confermerà due trimestri consecutivi di calo della produzione: la definizione tecnica di recessione.

Leggi tutto: Indicatori rapidi e insolite fonti dai Big Data

Blogs network

Iscrizione alla newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
Con l'iscrizione riceverai news sul mondo dell'IT e Big Data.
Back to Top