Big data e machine learning al Tour de France 2020

Tutto ciò che può essere oggetto di misura verrà misurato. Se questo è il motto dei nostri tempi e oggi abbiamo la tecnologia per affrontare questa sfida, allora perché non collezionare con continuità tutti i dati di ogni ciclista durante le tappe di un grande giro ciclistico? E’ quello che da qualche anno avviene al Tour de France dove è stata progettata una moderna ed avanzatissima soluzione nell’ambito della raccolta dei dati durante le tappe di questa famosa competizione ciclistica.Anche quest'anno è stata introdotta la tecnologia del machine learning in modo da offrire agli appassionati di ciclismo di tutto il mondo un’esperienza senza precedenti.

Quest’anno la piattaforma di data analytics integra il machine learning e complessi algoritmi che combinano i dati di gara live e storici per fornire un livello di visione della corsa ancora più approfondito durante lo svolgimento stesso della gara. I tifosi disporranno di accurati profili sui ciclisti per comprendere maggiormente l’ambiente e le condizioni di gara in cui i corridori registrano le migliori prestazioni. Come parte del nuovo progetto pilota di quest’anno, si sta esplorando il ruolo delle tecnologie di analytics predittive per analizzare i possibili scenari di gara, come per esempio i distacchi dal gruppo da parte dei ciclisti in alcune tappe della corsa. 
Il fulcro della soluzione di tracciatura live e di data analytics è costituito dai transponder GPS installati sotto i sellini di ogni bicicletta. I dati raccolti da questi trasponder vengono combinati con dati esterni relativi alla pendenza del percorso e alle principali condizioni atmosferiche per generare ulteriori informazioni quali la velocità live e la posizione di ogni singolo corridore, la distanza tra i ciclisti e la composizione dei gruppi durante la gara. Quest’anno, la soluzione ha consentito di creare e analizzare miliardi di data point per tutte le tappe del Tour. I 176 corridori delle 22 squadre hanno generato più di 150 milioni di letture di dati geospaziali e ambientali lungo tutto il percorso di gara di quasi 3.500 km.

La soluzione avanzata del Tour de France si serve di un data centre virtualizzato completamente basato su cloud che offre scalabilità e richiede meno personale addetto per abilitare la soluzione. Il cloud, inoltre, fornisce una flessibilità geografica in quanto può essere gestito da qualsiasi parte nel mondo. I team tecnici di questa nuova edizione del Tour hanno lavorato insieme attraverso quattro continenti grazie ad hub di collaborazione mobile iperconnessi equipaggiati con le più recenti tecnologie di workplace digitali e virtuali. 

Blogs network

Iscrizione alla newsletter

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
Con l'iscrizione riceverai news sul mondo dell'IT e Big Data.
Back to Top